11 2020

Si può fare lezione “a testa in giù”?

UNIVERSITÀ

Se avete letto con attenzione il titolo di questo articolo, vi starete senza dubbio domandando se si tratta di un errore, o addirittura di qualcosa di completamente assurdo.

Beh, che ci crediate o no, questo è quello che sperimenteranno alcuni degli studenti del nostro Istituto durante questo nuovo anno accademico.

Ovviamente non avverrà in senso letterario, ma vi garantiamo fin da subito che chi sperimenterà questo metodo avvertirà immediatamente un “qualcosa di diverso”, come se il punto di vista della lezione fosse completamente ribaltato. Nel caso ve lo stiate domandando, il modello di cui stiamo parlando è quello della “flipped-classroom”.

Nel modello classico di lezione il docente è il protagonista indiscusso della scena, mentre gli studenti lo ascoltano, spesso in modo passivo. Secondo quel metodo (nonché il metodo usato dai nostri padri, nonni e zii) il ruolo ricorrente degli studenti è ricordare nozioni e saperle ripeterle al termine del corso.

Invece nella flipped-classroom i veri protagonisti sono proprio gli studenti che interagiscono attivamente durante le lezioni tramite dibattiti assieme ad un tutor che li affiancherà durante tutto il corso. Questo metodo permette ad ogni studente di apprendere le nozioni teoriche in modo autonomo con i propri tempi, incentiva lo studente a porre domande per comprendere appieno gli argomenti teorici e lo supporta nell’applicazione di quegli stessi concetti all’interno di problemi reali pertinenti alla pratica clinica.

Nelle attività di flipped-classroom si possono alternare tre tipi di attività:

  • Webinar a distanza: brevi video-lezioni pubblicate su Blackboard relative alle nozioni fondamentali del corso.
  • Attività in presenza: lezioni in cui gli studenti lavoreranno in piccoli gruppi per realizzare un progetto, in cui applicheranno i concetti appresi durante i webinar.
  • Studio individuale: sono previste alcune ore in cui gli studenti potranno confrontarsi in totale autonomia sui contenuti dei webinar e procedere ad ultimare il progetto.

Se pensate che tutto questo sia fantascienza, vi proponiamo un video che vi aiuterà a comprendere meglio questa meravigliosa ed efficace modalità formativa.