Postgraduate Certificate in Gestione del Dolore nella Pratica Osteopatica

Il Postgraduate Certificate nella Gestione del Dolore nella Pratica Osteopatica offre l’opportunità ai professionisti osteopati di migliorare e perfezionare le loro conoscenze sul dolore alla luce dei nuovi cambiamenti nella comprensione della sua complessità nella pratica clinica osteopatica.

Il corso è costruito per incontrare le necessità degli osteopati nello sviluppo delle loro capacità cliniche attraverso la considerazione e l’integrazione di conoscenze avanzate nella gestione del dolore: conoscenze con specifica rilevanza per il miglioramento delle strategie di intervento correlate alla pratica osteopatica.

Il Post Graduate Certificate in gestione del dolore farà affidamento all’esperienza curriculare dell’Istituto Superiore di Osteopatia nell’approccio educativo al dolore di livello 7 (livello Master).
Docenti interni con qualifiche correlate alla materia in oggetto si occuperanno di una parte della didattica per facilitare gli studenti a considerare e acquisire attivamente conoscenze e strumenti avanzati nell’ampliare la propria professionalità nella gestione del paziente con dolore.

Dato il carattere multidimensionale del dolore, è essenziale il carattere multidisciplinare del corso. A tale riguardo il corso si avvarrà di competenze di docenti esterni con comprovata esperienza nel campo della ricerca sulla comprensione e gestione clinica del dolore, al fine di incoraggiare i partecipanti a sviluppare competenze e abilità per affrontare le incertezze di un fenomeno clinico complesso quale il dolore è.

 

Il Modulo 1 esplorerà concetti correlati alle neuroscienze del dolore, aspetti clinici valutativi, ragionamento clinico, dimensioni biopsicosociali (BPS) inerenti alla complessità della manifestazione del dolore. Tali concetti permetteranno una migliore ricontestualizzazione dell’approccio osteopatico nei pazienti con dolore persistente.

Il Modulo 2 permetterà ai partecipanti di sviluppare e incrementare il loro profilo professionale in aree essenziali nei processi di cura del paziente con dolore quali: approfondimenti degli strumenti valutativi, comunicazione osteopata-paziente, alleanza terapeutica col paziente, multidisciplinarietà d’approccio, aspetti di auto-cura. 
I partecipanti saranno coinvolti in lezioni frontali, tutorial pratici e gruppi di discussione al fine di dibattere e riflettere sul concetto multidimensionale del fenomeno dolore, ed espandere la loro visione su come poter migliorare aspetti nella comprensione, valutazione e gestione del paziente con dolore, in particolare verso una prospettiva biopsicosociale.

Il Postgraduate Certificate in Gestione del dolore nella pratica osteopatica si avvarrà di Docenti dell'Istituto Superiore di Osteopatia con specializzazioni nella gestione del dolore nell'ambito osteopatico e di Relatori Esterni con comprovata esperienza didattica, clinica e di ricerca per un approccio multidisciplinare all'argomento.

RELATORI ISTITUTO SUPERIORE DI OSTEOPATIA:

Foto Formica  Responsabile del corso: Andrea Formica, MSc, Pg Cert Edu, DO.
Andrea Formica è Docente e Coordinatore del Dipartimento di Osteopatia Strutturale e del Centro di Medicina Osteopatica dell’Istituto Superiore di Osteopatia di Milano. Ha conseguito il DO nel 2001 e nel 2005 il Bachelor of Science (B.Sc.) in Osteopathy rilasciato dalla University of Wales.
Continua la sua formazione e consegue nel 2012 il Postgraduate Certificate in Academic and Clinical Education e nel 2015 con Commendation il Master of Science in Osteopathy presso la The British School of Osteopathy di Londra. Dal 2006 è coinvolto nello sviluppo e nell'implementazione di curriculum didattico in ISO con particolare interesse per la gestione del dolore, l'osteopatia strutturale, la pratica autonoma pre-professionale e la ricerca qualitativa.

Foto Turinetto Matteo Turinetto, MSc, Pg Cert Edu, DO.
Matteo Turinetto è Docente senior, Tutor clinico e Coordinatore dei programmi didattici per il Corso a Tempo Pieno e a Tempo Parziale dell’Istituto Superiore di Osteopatia.
Dopo aver conseguito nel 2002 il DO e il Bachelor of Science in Osteopathy presso l’ISO, rilasciato dalla University of Wales, inizia la sua attività di assistente e poi docente di Medicina Osteopatica presso l’Istituto. Dal 2007 al 2014 è Coordinatore dei Corsi ISO partecipando attivamente al processo di validazione con Bucks New University e sviluppando il curriculum dei percorsi BSc e MSc Full Time.
Nel 2014 approfondisce la sua formazione il Postgraduate Certificate in Academic and Clinical Education presso The British School of Osteopathy dove inoltre consegue il Master of Science Degree in Osteopathy (MSc. Ost.) nel 2016 con un progetto di ricerca sugli "Approcci all'apprendimento degli studenti in Osteopatia".
Ha partecipato in prima linea all'elaborazione della strutura e del programma del corso MSc Advanced ISO ed è Responsabile del Postgraduate Certificate in Insegnamento Osteopatico.

AQUINO Alessandro Aquino, BSc (Hons) Ost e DO, MSc in Medical Neuroscience
Dopo la laurea in Neurofisiopatologia presso l’Università Statale di Milano, Alessandro Aquino inizia il percorso di formazione in Osteopatia conseguendo nel 2013 il DO e il Bachelor of Science in Osteopathy rilasciato dalla University of Wales presso l’Istituto Superiore di Osteopatia.
Continua inoltre la sua formazione conseguendo nel 2016 il Master of Science in Medical Neuroscience presso la Duke University Medical School, Durham - USA e sta frequentando il Postgraduate Certificate in Paediatric Osteopathic Practice della The British School of Osteopathy.
Dal 2009 al 2016 è Neurofisiopatologo e Tutor Clinico presso IRCCS Policlinico MultiMedica di Sesto San Giovanni (MI) occupandosi di Neurologia e di Dolore pelvico cronico e dal 2012 è Docente di Neurologia presso l’Università Statale di Milano. Presso l’Istituto Superiore di Ostepatia Alessandro Aquino è Ricercatore, Docente di Metodologia di Ricerca, Neurologia e Tutor senior per la clinica di Osteopatia Pediatrica e Ostetrico-Ginecologica.
Alessandro Aquino è inoltre Segretario Generale del NE-O Project e membro di COME Collaboration.

Foto Aloisi Alessandro Aloisi, BSc (Hons) OSt. DO, Psicologo, Psicosomatologo, Counselor Trainer
Alessandro Alosi si laurea a pieni voti in Psicologia ad indirizzo clinico e di comunità presso l’Università Statale di Milano-Bicocca. Consegue il Bachelor of Science in Osteopathy rilasciato dalla University of Wales e il DO in Osteopatia presso l’Istituto Superiore di Osteopatia (ISO). Diploma di counselor trainer presso la Federazione delle Associazioni Italiane di Psicoterapia (FAIP). Il suo percorso formativo comprende inoltre percorsi di studio nell'ambito di diverse Scuole Internazionali di Medicina Complementare con il rilascio di certificazioni internazionale e il Diploma quadriennale della Scuola Professionale di Somatologia Educativa ad Indirizzo Kinesiologico e Naturopatico. Docente presso la Società Italiana di Idrocolonterapia (SICT), partecipa a congressi nazionali ed internazionali come relatore e prosegue la sua attività clinica come Psicologo, Osteopata e Psicosomatologo presso l’ Istituto di Psicosomatica Integrata (IPSI) di Milano di cui è cofondatore. All’Istituto Superiore di Osteopatia è tutor clinico e Docente di Psicologia e Metodologia di studio per gli studenti del Corso a Tempo Pieno.

RELATORI ESTERNI:

FabrizioBenedetti4 Fabrizio Benedetti

Fabrizio Benedetti dirige il Center for Hypoxia di Plateau Rosà (Switzerland), è Professore Ordinario di Neurofisiologia all’Università di Torino, ed è Senior Advisor & Consultant alla Harvard University, Cambridge (USA).
Nominato membro dell’Academy of Europe, è autore di Placebo Effects (Oxford, 2nd Edition, 2014) and The Patient’s Brain (Oxford 2010), ambedue tradotti anche in italiano. La sua attività di ricerca riguarda l’effetto placebo e nocebo, di cui ha identificato i principali meccanismi in diverse patologie.
Relatore del modulo "Aspetti non specifici nella complessità del dolore: placebo e nocebo.

 gallace neurodesign 510x654  Alberto Gallace

Il Dr. Gallace è un neuroscienziato cognitivo la cui ricerca si è concentrata in particolare sullo studio degli aspetti cognitivi e neurali dell'elaborazione dell'informazione somatosensoriale e della rappresentazione del corpo.
Dopo il dottorato di ricerca in neuroscienze cognitive, ha lavorato come ricercatore presso l’università di Oxford, approfondendo i temi legati all’integrazione multisensoriale.
Dal 2007 lavora presso il Dipartimento di Psicologia dell'Università di Milano-Bicocca, nel qualè è professore associato in psicobiologia e psicologia fisiologica; il dr. Gallace è inoltre professore a contratto di Neuroscienze dei Consumi presso l’università commerciale Luigi Bocconi.
I suoi lavori indagano l'integrazione multisensoriale, il dolore, la sinestesia, la rappresentazione del corpo, l'attenzione spaziale e l'elaborazione di informazioni spaziali in soggetti sani e pazienti affetti da disordini neurologici e neuropsicologici. Le sue ricerche hanno portato alla definizione del primo modello neurocognitivo di consapevolezza somatosensoriale (Gallace e Spence, 2008, 2010) e del concetto di ‘cortical body matrix’ per la comprensione della relazione tra corpo, spazio, dolore e omeostasi (Moseley, Gallace, & Spence, 2012). Il Dr Gallace è autore di oltre 70 pubblicazioni scientifiche e di 2 libri, uno dei quali interamente dedicato alla modalità sensoriale tattile.  I suoi lavori sono pubblicati su riviste scientifiche generaliste (ad es. Proceedings of the National Academy of Sciences) e su riviste leader del suo settore (ad es. Experimental Brain Research, Pain, Journal of Neuropsychology, Consciousness and Cognition, Brain Research, Neuroscience Letters, Perception, Psychological Bulletin, Perception & Psychophysics, Neuroscience and Biobehavioural reviews, Acta Psychologica).
Relatore del modulo " Concetto di neuro matrice"

 

 

Il corso, divisio in 2 moduli, si terrà in 4 week end distinti. 
Le lezioni si terranno sabato e domenica dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 presso la sede dell'Istituto Superiore di Osteopatia in Via Ernesto Breda 120 a Milano.

Modulo 1

3 - 4 marzo 2018

21 - 22 aprile 2018

Modulo 2

22 - 23 settembre 2018

27 - 28 ottobre 2018

 

Assessment e valutazioni Modulo 1

  • Consegna Course work 1 (peso 30%)
    Marzo 2018
  • Esiti e feedback Course work 1
    Aprile 2018
  • Consegna Course work 2 (peso 70%)
    Giugno 2018
  • Esiti e feedback Course work 2
    Luglio 2018

 

Assessment e valutazioni Modulo 2

  • Consegna Course work 1 (peso 30%)
    Dicembre 2018
  • Esiti e feedback Course work 1
    Gennaio 2019
  • Consegna Course work 2 (peso 70%)
    Gennaio 2019
  • Esiti e feedback Course work 2
    Febbraio 2019

 

 

 

  • Arendt–Nielsen, L. (2002). Mechanisms of Muscle Pain and Central Sensitisation. Physiotherapy, 88(4), p.238.
  • Arendt-Nielsen L., Yarnitsky D. (2009). Experimental and clinical applications of QST applied to skin, muscles and viscera. Journal of Pain, 10(6), pp. 556-572.
  • Backonja MM, Walk D, Edwards R et al. (2009). QST in measurement of neuropathic pain phenomena and other sensory abnormalities. The Journal of Pain, 25(7), pp.641-647.
  • Benedetti, F. (2013). Placebo and the New Physiology of the Doctor-Patient Relationship. Physiological Reviews, 93(3), pp.1207-1246.
  • Bushnell MC, Ceko M, Low LA. (2013). Cognitive and emotional control of pain and its disruption in chronic pain. Nature review Neuroscience, Vol 14, pp. 502-511.
  • Clifford J. (2011). Central sensatization: implications for the diagnosis and treatment of pain. Pain, vol 152, S2-S15.
  • Croskerry, P. (2013). From Mindless to Mindful Practice — Cognitive Bias and Clinical Decision Making. New England Journal of Medicine, 368(26), pp.2445-2448.
  • Darlow, B. (2016). Beliefs about back pain: The confluence of client, clinician and community. International Journal of Osteopathic Medicine, 20, pp.53-61.
  • Esteves J, Wheatley L, Abbey H. (2013). Emotional processing and its relationship to CLBP: results from a case control study. Manual Therapy, Vol 18, pp 541-46.
  • Foster NE, Delitto A. (2011). Embedding psychosocial perspectives within clinical management of LBP: integration of psychosocially informed management principles into physical therapist practice- challenges and opportunities. Physical Therapy, Vol 91, pp. 790-803.
  • Iannetti, G. and Lee, M. (2007). 2.6. The role of the brain stem in central sensitisation in humans. Clinical Neurophysiology, 118(12), p.2810.
  • Lederman, E. (2011). The fall of the postural-structural-biomechanical model in manual and physical therapies: Exemplified by lower back pain. Journal of Bodywork and Movement Therapies, 15(2), pp.131-138.
  • Melzack, R. (1999). From the gate to the neuromatrix. Pain, 82, pp.S121-S126.
  • Main CJ, Foster NE, Buchbinder K. (2010). How important are back beliefs and expectations for satisfactory recovery from back pain?  Best Pract Clin Rheumatol, Vol 24, pp. 205-207.
  • Main, CJ, Steven CJ. (2011). Psychosocial influences on LBP: why should you care. Physical Therapy, 91(5), pp. 609-13.
  • Moseley, G. (2007). Reconceptualising pain according to modern pain science. Physical Therapy Reviews, 12(3), pp.169-178.
  • Nijs, J., Roussel, N., Paul van Wilgen, C., Köke, A. and Smeets, R. (2013). Thinking beyond muscles and joints: Therapists' and patients' attitudes and beliefs regarding chronic musculoskeletal pain are key to applying effective treatment. Manual Therapy, 18(2), pp.96-102.
  • Nijs J, Van Houdenhove B. (2009). From acute musculoskeletal pain to chronic widespread pain and fibromyalgia: application of pain neurophysiology in manual therapy practice. Manual Therapy, vol 14, pp. 3-12.
  • Nijs J, Van Houdenhove B, Oostendorp R. (2010). Recognition of central sensitization in patients with musculoskeletal pain: Application of pain neurophysiology in manual therapy practice. Manual Therapy, Vol 15, pp. 135-141.
  • Nijs J, van Wilgen CP. (2011). How to explain central sensitization to patient with unexplained chronic MS pain: practice guidlines. Manual Therapy, Vol 16, pp. 413-18.
  • O'Sullivan, P., Caneiro, J., O'Keeffe, M. and O'Sullivan, K. (2016). Unraveling the Complexity of Low Back Pain. Journal of Orthopaedic& Sports Physical Therapy, 46(11), pp.932-937.
  • Pincus T, Burton A, Vogel S. (2002). A systematic review of psychological factors as predictors of chronic/disability in prospective cohort of LBP. Spine, Vol 27, pp. E109-20.
  • Pincus T, Holt N, Vogel S, et al. (2013). Cognitive and affective reassurance and patient outcomes in primary care: A systematic review. Pain, Vol 154, pp. 2407-16.
  • Simons L, Elman I, Borsook D. (2013). Psychological processing in chronic pain: A neural systems approach. Neuroscience and Biobehavioral Reviews,http://dx.org/10.1016/j.neubiorev.2013.12.006.
  • Slade S, Molloy E, Keating JL. (2011). The dilemma of diagnostic uncertainty when treating people with CLBP. Clin Rehabil. doi: 0269215511420179.
  • Simpkin, A. and Schwartzstein, R. (2016). Tolerating Uncertainty — The Next Medical Revolution?. New England Journal of Medicine, 375(18), pp.1713-1715.
  • Smart KM, Blake M, Staines A. (2011). The discriminative validity of “Nociceptive”, “Peripheral Neurophatic, and “Central Sensitization” as Mechanism based classification of musculoskeletal pain. Clinical Journal of Pain, 27(8), pp. 655-663.
  • Thomson OP, Petty NJ, Moore AP. (2013). Reconsidering the patient-centerdness in osteopathy. International Journal of Osteopathic Medicine, Vol 16, pp. 25-32.

Il Postgraduate Certificate in Gestione del dolore nella pratica Osteopatica ha un costo di 2500,00 euro + IVA.

In caso di iscrizione ad il singolo corso è previsto per gi EX Studenti ISO e IIO uno sconto del 10% sulla quota di iscrizione.

In caso di iscrizione all'intero percorso MSc Advanced e di selezione del PgC nel programma di studi è previsto:

- sconto del 10% per gli esterni
- sconto del 15% per gli Ex Studenti ISO e IIO